Una maschera chirurgica, a volte chiamata anche maschera facciale completa, anches e questo dipende poi anche dal singolo modello di mascherina che si decide di acquistare e che si possiede, è una mascherina che è progettata per essere indossata durante tutte le procedure mediche da professionisti del settore medico. Le maschere chirurgiche, spesso chiamate in modo più corretto e con un’accezione di fatto anche più professionale, maschere facciali chirurgiche, e sono progettate per prevenire la diffusione di infezioni nei pazienti chirurgici e nel personale che è addetto al trattamento, contenendo ad esempio i batteri versati in goccioline, gocce di liquido e aerosol provenienti dalla bocca e dal naso del paziente, creano quindi una barriera del tutto sicura da infezioni, batteri e virus di ogni genere, e dimostrando di essere quindi molto efficace in generale. Queste maschere impediscono anche tra le altre cose ad esempio la diffusione di diversi tipi di agenti patogeni che vengono trasportati dall’aria nelle altre aree di un dato sito chirurgico. Un esempio di maschera chirurgica utilizzata nel Regno Unito è ad esempio la maschera nasale di tipo sterile, che viene utilizzata in linea di massima da tutti gli infermieri chirurgici e anche dai vari tecnici chirurgici che si trovano all’interno del Regno Unito.

Ci sono molti tipi diversi di maschere chirurgiche utilizzate per la prevenzione delle infezioni e per la protezione del personale dalle infezioni. Un tipo di maschera chirurgica funziona per limitare il flusso d’aria essendo attaccata alla trachea o al naso. Questo impedisce qualsiasi contaminazione del paziente da agenti patogeni trasportati dall’aria. Questo tipo di maschera è chiamato una maschera non intrusiva in quanto non include alcun componente che potrebbe causare irritazione alla pelle del paziente. Le maschere non intrusive più comuni ed efficaci funzionano con l’uso di elastomero salino o siliconico.

Altri tipi di maschere chirurgiche funzionano invece con lo scopo di prevenire la trasmissione di alcune particelle di virus come il virus dell’epatite B, il citomegalovirus o l’HIV. Alcune maschere chirurgiche sono utilizzate per prevenire la diffusione di batteri attraverso la respirazione o la respirazione. Tra queste, la maschera endoscopica o le clip per il naso, che vengono utilizzate in combinazione con altri pezzi di equipaggiamento protettivo come i guanti chirurgici. Questi pezzi di equipaggiamento per impedire al paziente di respirare i batteri o le particelle di virus trasportati dall’aria.

Leggi qui per altre info sul seguente sito.